Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Autorità Portuale, il "caso Cozzolino" finisce da Berlusconi

 

Finirà all'attenzione dei vertici nazionali di Forza Italia la vicenda dell'autonomina del sindaco Cozzolino in seno al Comitato di Gestione dell'Autorità Portuale. Lo annunciano i vice coordinatori locali del partito Emanuela Mari e Giancarlo Frascarelli, che sottolineano come la legge preveda, purtroppo per Cozzolino e i Cinque Stelle, ben altro rispetto alla carica di sindaco, ovvero le competenze. Per i due esponenti forzisti, alla luce del secondo comma dell'articolo 9, che rimanda alle competenze dell'articolo 8, nei fatti Cozzolino si è "auto-nominato" contro e fuori dalla legge.

"Ci saremmo aspettati dal sedicente sindaco della legalità – aggiungono Mari e Frascarelli - l'individuazione di un tecnico che potesse dare un contributo e un valore aggiunto. Invece proprio Cozzolino, che ha creato delle spaccature sociali mai viste in questa città, vorrebbe entrare direttamente in un ente che, a sua volta, ha creato in passato altre spaccature sociali". I due dirigenti locali di Forza Italia annunciano infine che chiederanno un appuntamento al presidente dell'Authority, Di Majo, per chiedergli di non avallare la nomina di Cozzolino e preferire invece una persona qualificata.

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web