Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Il presunto violentatore aveva precedenti

Una persona malata, con gravi problemi sul piano della sfera sessuale. E' l'identikit del 71 enne accusato di violenza sessuale nei confronti di una donna disabile e con problemi psichici arrestato la scorsa settimana e tuttora detenuto nel carcere di Borgata Aurelia. L'uomo, che ieri nell'interrogatorio di convalida si è avvalso della facoltà di non rispondere, non sarebbe infatti nuovo ad episodi del genere. Il quadro della vicenda che sta emergendo in queste ore assume infatti contorni sempre più foschi ed inquietanti.

Infatti, anche se gli inquirenti continuano a mantenere, per ovvie e comprensibili ragioni, il più stretto riserbo sulla vicenda, prende sempre più corpo l'indiscrezione circolata già nelle prime ore che il pensionato avesse già precedenti specifici in materia di reati a sfondo sessuale. Le indiscrezioni parlano di una vicenda altrettanto grave, che lo aveva portato in carcere alcuni anni fa con l'accusa di pedofilia per atti di violenza sessuale condotti nei confronti di alcuni minorenni. Una vicenda, che, a quanto sembra, sarebbe praticamente conclusa sul piano giudiziario, avendo portato ad una pesante condanna e che, come detto in premessa, fornisce ulteriori indicazioni su una personalità malata, com gravissimi problemi nella sfera sessuale. Adesso, dopo l'interrogatorio avvenuto ieri al carcere di Borgata Aurelia, si tratterà di vedere cosa deciderà il Giudice. Se, considerata l'età avanzata era possibile supporre la concessione degli arresti domiciliari, alla luce della recidiva e anche del fatto che l'ultima vittima sia stata una vicina di casa, non è da escludere che il pensionato sia destinato a rimanere chiuso in una cella.

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web