Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Due tunisini denunciati dalla Polizia di Frontiera per ricettazione

Il personale della Polizia di Frontiera dello scalo marittimo di Civitavecchia, diretto dalla dottoressa Lorenza Ripamonti, ha effettuato in questi giorni due denunce in stato di libertà nell'ambito dei controlli ai traghetti da e per Tunisi. Al rintraccio dei due cittadini tunisini si è giunti partendo da una nota della Questura di Reggio Emilia, in cui veniva segnalata la possibile partenza da Civitavecchia per Tunisi di due stranieri, sospettati di detenere materiale proveniente da furti avvenuti all'interno di alcune abitazioni di quella Regione.

Da un primo controllo sulle liste passeggeri è emerso che effettivamente era presente uno dei due nominativi segnalati. Al momento dell'imbarco, inoltre, in un'autovettura di grossa cilindrata su cui viaggiava, insieme ad un connazionale, uno dei due stranieri oggetto della segnalazione, si distingueva la sagoma di un televisore di grandi dimensioni corrispondente a quello indicato dagli agenti di Reggio Emilia.
È così scattata l'ispezione dell'autovettura, con accertamenti sugli oggetti contenuti e la loro proprietà. Dopo un lavoro di confronto tra il materiale trovato e le denunce di furti effettuati in alcune province emiliane, eseguito anche attraverso invio e ricezione di immagini, si è proceduto al sequestro della refurtiva consistente in un telefono cellulare Sony Experia, una macchina fotografica Panasonic Lumix, biciclette, diversi televisori, di cui uno di grandi dimensioni e di una costosa marca, il cui furto era avvenuto la sera precedente ai danni di un privato cittadino, immediatamente contattato. I due tunisini sono stati denunciati.

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web