Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Il nuovo presidente del consiglio si avvicina

Si deciderà probabilmente domani l'elezione del presidente del consiglio comunale. A Palazzo del Pincio è in programma la conferenza dei capigruppo, chiamata a fissare la data della seduta e, soprattutto, la modalità della convocazione, se in prima o in seconda, determinando quindi il numero legale necessario per aprire i lavori. Si profila un passo avanti, oltre l'ostacolo emerso nell'ultimo consiglio, quello dello scontro tra Antonio Cozzolino e Marco Piendibene, che si rinnova con il primo cittadino che annuncia: il prefetto ha dato torto all'esponente Pd.

Il sindaco chiedeva l'elezione del presidente subito, nel secondo consiglio comunale, quello in seconda convocazione sul regolamento sui dehors, ma ha ricevuto il parere contrario di Piendibene, che guidava i lavori in qualità di consigliere anziano e per il quale la discussione doveva essere rinviata ad una nuova seduta. Un caso finito sulla scrivania del prefetto di Roma Paola Basilone, che si è vista recapitare un dossier da Palazzo del Pincio. Non solo. Il prefetto ha anche ricevuto Piendibene, che aveva chiesto un incontro. Un faccia a faccia da cui sarebbe emerso un parere positivo sull'operato del consigliere anziano, ma anche un invito a superare la fase di stallo in cui è piombata l'elezione del presidente del consiglio comunale. Piendibene non conferma ma nemmeno smentisce le indiscrezioni sull'esito dell'incontro, rimandando ogni commento ad una conferenza stampa in cui renderà nota la relazione del prefetto. L'indicazione arrivata da Roma fa però presagire una svolta nella convocazione del prossimo consiglio comunale. A questo punto la palla passa al 5 Stelle, che dovrà trovare i numeri per eleggere il successore di Alessandra Riccetti. Con la votazione in prima ed in seconda convocazione servono 16 preferenze, un miraggio per i grillini. Il 5 Stelle dovrà attendere la terza votazione, in cui è richiesta la maggioranza assoluta, ovvero 13 preferenze. Ed anche qui non mancano le insidie, perché al momento si arriva a 12 a causa delle assenze di Fabrizia Trapanesi, in vacanza all'estero, e di Raffaella Bagnano, da mesi fuori Civitavecchia per lavoro e da mesi in rotta con la maggioranza. Al 5 Stelle non resta, quindi, che attendere rinforzi, a meno che i grillini non scoprano il piacere dell'alleanza, trovando sulla loro strada qualche voto amico per eleggere il nuovo presidente del consiglio comunale.

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web