Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Migliora ulteriormente la qualità dell'aria

La diminuzione della pressione atmosferica, che ha portato al progressivo dissolvimento della cappa che per parecchi giorni aveva determinato uno stallo assoluto nel ricambio dell'aria, ha determinato un ulteriore miglioramento delle condizioni ambientali nel territorio di Civitavecchia. E' quanto emerge dall'analisi del consueto report settimanale pubblicato sul sito istituzionale di Arpa Lazio, l'organismo pubblico che ha in gestione le centraline per il controllo della qualità dell'aria disseminate nel territorio.

Come si ricorderà, a causa dell'alta pressione nelle due ultime settimane si era registrata un'impennata degli agenti inquinanti controllati dalle diverse postazioni, rimasti comunque tutti al di sotto della soglia di allarme e dei limiti previsti dalla legge. Nell'ultimo report pubblicato, quello che fa riferimento alla settimana compresa tra il 30 ottobre e il 5 novembre, i livelli di inquinamento sono scesi notevolmente. Addirittura il monossido di carbonio, sostanza particolarmente controllata per la presenza della centrale a carbone di Torre Nord, con 0,3 microgrammi al metro cubo è ai livelli più bassi di tutta la provincia. Bassissima anche l'incidenza degli ossidi di azoto, rimasti attorno ai 30/40 microgrammi al metro cubo, un livello distantissimo, ad esempio, dai 178 e 161 microgrammi al metro cubo misurati a Roma, rispettivamente all'Eur e a corso Francia. Molto bassa anche la presenza di ozono, che in estate, come si ricorderà, aveva a volte superato il livello di 100 microgrammi al metro cubo e che invece nella settimana considerata si è fermato ad una media di 42 microgrammi. Basso il riscontro anche per quanto concerne le polveri sottili. Il PM10 si è attestato su una media di 25 microgrammi al metro cubo, la metà del livello di allarme stabilito dalla legge. Basso anche il livello di benzene misurato a Fiumaretta, l'unica centralina, tra quelle disseminate nel territorio, che controlla questo genere di agente inquinante. A Civitavecchia la media è stata infatti di 0,5 microgrammi al metro cubo, sette volte inferiore rispetto a quella misurata a Frosinone e la metà di quella rilevata a Rieti e Viterbo.

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web