Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Privilege, domani la decisione sulla richiesta di ricusazione della curatrice

 

Una storia davvero infinita, quella riguardante il fallimento della Privilege Yard. Quando, dopo la manifestazione di interesse all'acqusto dello scafo P430 da parte di una società maltese la vicenda sembrava aver finalmente imboccato la strada della soluzione, è arrivato un nuovo imprevisto contrattempo. Entro domani, infatti, il Giudice Giuseppe Bianchi, del Tribunale di Civitavecchia, dovrà decidere in merito alla richiesta avanzata dai legali di alcuni creditori della Spa, cha hanno chiesto di ricusare la curatrice fallimentare,

Daniela De Rosa. I creditori, in gran parte fornitori della Privilege Yard, si ritengono danneggiati perché gli eventuali proventi della vendita dello scafo e del cantiere, che andrà nuovamente all'asta nelle prossime settimane, saranno praticamente incamerati dalle banche, che fecero numerosi interventi di carattere finanziario per aiutare la società dell'allora ammministratore delegato, Mario La Via. Nell'udienza svoltasi ieri mattina nei locali di via dell'Immacolata il Giudice ha sentito sia la dottoressa De Rosa e sia i legali del gruppo di creditori che ha presentato la richiesta di ricusazione. L'accusa principale che viene mossa dai creditori alla curatrice riguarda la mancata corrispondenza con la Barclays Bank, che, secondo alcuni degli avvocati, avrebbe debiti con la Privilege che potrebbero rientrare nel fallimento e portare liquidità ai creditori cosiddetti non privilegiati. Per l'avvocato Pierluigi Bianchini, uno dei legali delle società che si sono rivolte al Giudice, è incomprensibile il fatto che non sia stata avanzata alcuna richiesta alla Barclays Bank, istituto di credito britannico tra i più importanti nel mondo.

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web