Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Acqua, su Facebook tra insulti e ironia

Il malcontento degli abitanti di alcune zone della città a causa della mancanza di acqua, sbarca anche sul web. In particolare su Facebook, in un gruppo che ha iniziato ad affollarsi già dallo scorso anno dal nome "Emergenza Acqua Civitavecchia", i cittadini continuano a dare sfogo alle proprie frustazioni, tra chi è più arrabbiato e chi invece trova anche la forza di scherzarci su, nonostante la situazione stia diventando giorno dopo giorno sempe più pesante.

Il gruppo funziona così: chiunque ha un problema idrico scrive un post nel quale specifica la via o la zona dove abita, in modo da cercare conferme dai vicini di casa, con l'obiettivo di provare a fare luce su una vicenda per certi versi misteriosa. A che ora è iniziata a mancare l'acqua? Quando è tornata? Qualcuno è riuscito ad avere qualche indicazioni dai numeri messi a disposizione dal Comune? Queste sono le domande che vengono poste e alle quali si cerca di dare risposte, per cercare insieme l'origine del problema ma soprattuto per capirne gli orari, in modo da organizzarsi, qualora possibile, con lavatrici e docce. Come detto, il gruppo rappresenta il più delle volte anche una valvola di sfogo, per chi è stremato e non ce la fa più perché da diversi giorni non vede unscire un filo d'acqua dai propri rubinetti. Qualcuno è più arrabbiato e si lascia andare a commenti non certo positivi nei confronti dell'amministrazione comunale, rea, secondo i cittadini di non trovare soluzioni ad una situazione inaccettabile. È il caso di chi torna a casa dal lavoro, e si lamenta perché non può lavarsi, di chi si limita a segnalare il problema e di chi ci aggiunge qualche parola di sfogo, dettata dalla rabbia. E poi c'è chi ci scherza su. Come l'utente che ha pubblicato la foto di un abitante di un fantasioso paese africano, che con lo sguardo catatonico aspetta che il suo secchio, non certo il più adatto alla raccolta di acqua, si riempa. A commento dell'immagine la scritta: "..c'è più acqua a Mubungu che a Civitavecchia...". Qualcuno prova anche la via della fede, provando a trovare risposte nel trascendentale. La foto, con un uomo che prega, in ginocchio, davanti ad una fontana. In questo caso si legge: "...visto che con "l'intelligenza" non funziona...proviamo con la religione?". Insomma, ci si scherza anche su, nonostante sulla carenza di acqua di molte zone della città ci sia davvero poco da ridere, anche perché l'estate ed il gran caldo devono ancora iniziare.

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web