Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Dopo l'estate l'apertura dell'Hospice Oncologico

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha visitato questo pomeriggio l'Hospice Oncologico di Civitavecchia. La struttura aprirà i battenti dopo l'estate, sarà gestita dalla Asl Roma 4 e sarà pronta ad accogliere pazienti nei casi in cui si evidenzi la necessità di uno o più periodi di ricovero per eseguire terapie specialistiche. Sono nove i posti letto previsti, con 36 terapie domiciliari e circa venti professionisti sanitari, a cui si aggiungeranno i medici per le domiciliari. VIDEO

Al sopralluogo di questo pomeriggio hanno partecipato anche il direttore generale della Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle, il sindaco Antonio Cozzolino, il capogruppoo Mdp regionale Gino De Paolis, il consigliere della Città Metropolitana Matteo Manunta e il direttore generale della Fondazione Cariciv Vincenzo Cacciaglia.

La struttura è stata finanziata dalla Provincia di Roma, sempre sotto la guida dell'allora presidente Zingaretti, nel 2009 con uno stanziamento di 1 milione e 500 mila euro, e in seconda battuta nel 2010 di un ulteriore milione di euro, per un totale di 2 milioni di euro e 500 mila euro. È stata realizzata grazie alla concessione a titolo gratuito e in comodato d'uso, sempre da parte dell'amministrazione provinciale, di una ex casa cantoniera sulla Braccianese Claudia in località Santa Lucia, con relativa modifica di destinazione d'uso, e di un terreno di 2.200 metri quadri. Nel 2012 presso la sede della Fondazione Cariciv, la Provincia di Roma e il Comune di Civitavecchia hanno sottoscritto un accordo per la realizzazione dell'Hospice Oncologico. Allo stesso tempo il Comune di Civitavecchia, con i Comuni di Allumiere, Santa Marinalle e Tolfa, si sono impegnati ad attivare l'Hospice, che fornirà assistenza ai malati terminali residenti nelle quattro cittadine.
I lavori sono iniziati nel giugno 2013 con un contributo nel 2015 da parte della Regione Lazio di 300 mila euro per costruire il muro di contenimento e sistemare così la frana che li aveva rallentati. Considerando gli interventi finanziari precedenti, il costo totale è di 2 milioni e 800 mila euro.
I lavori saranno terminati a brevi, come emerso nel sopralluogo di oggi, per consentire alla cittadinanza di avere a disposizione una struttura nuova e dotata delle migliori tecnologie per aiutare i pazienti oncologici, e le loro famiglie, nei periodi di trattamento e cura della malattia. Dopo l'estata la nuova struttura sarà in grado di aprire sotto la gestione della Asl Roma 4, colmando un gap per l'assistenza ai malati oncologici terminali.

 

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web