Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Mega discarica, disco rosso dal consiglio regionale

Con una mozione approvata all'unanimità, il consiglio regionale del Lazio oggi ha detto no alla proposta di scaricare i rifiuti di Roma ad Allumiere, ventilata in un documento firmato dal sindaco della capitale, Gianni Alemanno, e dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa.

 

 

In una nota Bruno Astorre, vice presidente del consiglio regionale, esprime "grande soddisfazione per l'intesa raggiunta sulla mozione che rafforza la posizione contraria già espressa dal presidente Polverini".

"Grande salto di qualità del Consiglio Regionale del Lazio, che riesce a dire di no in maniera unanime, alla scellerata proposta del comune di Roma di aprire per i rifiuti della capitale una discarica ad Allumiere, in una zona protetta. La mozione presentata dal centrosinistra ha trovato come primi e convinti sostenitori, tra gli altri, proprio la presidente Polverini". A parlareo è il capogruppo del Psi Luciano Romanzi. "Seguire il buon senso, evitare il muro contro muro, adottare il confronto continuo con i territori rimane l'unico metodo capace di evitare le contrapposizioni ideologiche per guardare ai reali interessi dei cittadini" conclude Romanzi.

"Il tentativo del ministro La Russa e del Sindaco Alemanno di sottrarre alle competenze della Regione e al giudizio delle comunità locali la scelta per la discarica del dopo Malagrotta è naufragato con il voto del consiglio regionale, che ha respinto all'unanimità l'assurda ipostesi di Allumiere". E' quanto dichiarano Guglielmo Abbondati, Coordinatore Regionale di Sinistra Ecologia Libertà, e Claudio Fiorani responsabile regionale dei rifiuti del partito. "La Regione deve ora esercitare fino in fondo le prerogative di programmazione e pianificazione in tema dei rifiuti e lo deve fare aprendo una consultazione con gli amministratori e le comunità locali, perché qualsiasi scelta deve essere concertata e condivisa fino in fondo. Il Sindaco Alemanno - concludono Abbondati e Fiorani - non può pensare che altri si facciano carico di risolvere il problema dei rifiuti di Roma".

"È stata approvata la mozione presentata dal Pd con la quale si impegna la giunta ad escludere Allumiere come sito di discarica o trattamento rifiuti". A parlare sono i consiglieri del Pd Montino e Lucherini. "È una vittoria del buon senso - continuano Montino e Lucherini - sarebbe grave infatti ubicare discarica e gassificatore per i rifiuti della Capitale ad Allumiere, in un sito tra l'altro ad alto valore ambientale. È opportuno che invece l'area della discarica che dovrebbe sostituire Malagrotta sia individuata all'interno del Comune di Roma che ha un territorio grandissimo. A questo proposito occorre ripristinare gli ambiti territoriali previsti dal piano rifiuti elaborato dal centrosinistra, distinguendo Roma dalla sua provincia".

"Il voto del Consiglio regionale che ha respinto all'unanimità la proposta di Alemanno di portare i rifiuti di Roma ad Allumiere dimostra quanto fosse maldestro il tentativo di Alemanno di risolvere in questo modo la questione dei rifiuti nel Lazio". Lo dichiara Angelo Bonelli, capogruppo regionale e presidente nazionale dei Verdi. "La verità infatti, è che gli impianti di compostaggio e per il riciclo non funzionano , e il rischio che si corre se si continua di questo passo, senza adottare politiche serie di gestione dei rifiuti, è la 'napoletanizzazione' di Roma, con le strade invase dai rifiuti".

"Apprendiamo con soddisfazione del dietrofront di Alemanno sulla realizzazione della discarica di Roma nel Comune di Allumiere. Resta, tuttavia, la gravità del fatto che il sindaco di Roma abbia firmato il 13 dicembre scorso un protocollo d'intesa con il Ministro della Difesa La Russa tenendo all'oscuro i cittadini. Siamo in attesa dell'accesso agli atti per avere il documento completo e per conoscere se esistano conseguenti e successivi accordi tra il Ministero della Difesa e il Comune di Roma. Le parole del sindaco Alemanno pertanto non possono essere considerate esaustive. Potrà ritenersi scongiurata questa ipotesi soltanto quando sarà modificato il Piano Rifiuti della Regione Lazio, che sembra essere stato coerentemente progettato per la realizzazione della discarica di Roma nel Comune di Allumiere. Fino a quel momento la vigilanza democratica dei cittadini rimarrà pressante". A dichiararlo in una nota congiunta sono Gino De Paolis e Gianluca Peciola, consiglieri provinciali di Sinistra Ecologia e Libertà.


Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web