Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Coro di “no” alla discarica ad Allumiere

Come era facile prevedere, la notizia pubblicata da La Repubblica Roma in merito all'individuazione nel Comune di Allumiere del luogo che dovrà ospitare la mega-discarica ha scatenato una serie di reazioni. Dopo i primi commenti di questa mattina, nel pomeriggio se ne sono registrati altri e si allarga il fronte del "no". Di seguito tutti gli interventi.

Partiamo dagli interventi di questa mattina. Da Palazzo del Pincio si registra la dura reazione del sindaco Giovanni Moscherini, che ritiene "inammissibile realizzare una Malagrotta 2 su questo territorio", la Commissione Ambiente e l'assessore Leonardo Roscioni, che ricordano che "sui rifiuti ad Allumiere c'è già una mozione con un secco no". Anche il Comune di Ladispoli attraverso il sindaco Crescenzo Paliotta boccia il progetto, mentre i consiglieri regionali Bruno Astorre (Pd), Luigi Nieri (Sel) e Filiberto Zaratti (Sel) chiedono chiarimenti alla governatrice Renata Polverini. Il gruppo provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà parla di "sopruso" e annuncia "barricate", mentre il Pd di Allumiere attacca il centrodestra ed invita alla ribellione.

Nel pomeriggio, invece, ha parlato il consigliere provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà, Gino De Paolis, che amaramente ricorda di essere stato accusato di allarmismo ed annuncia una conferenza stampa per domani sulla vicenda. Il segretario del Pd di Civitavecchia, Patrizio De Felici, invece, invita tutti alla mobilitazione, così come il segretario generale della Cgil locale, Cesare Caiazza, mentre il deputato Pietro Tidei (Pd), sottolinea l'importanza di creare un largo fronte di opposizione. Secondo il consigliere comunale dei Verdi, Alessandro Manuedda, per evitare la mega-discarica di Allumiere bisogna rivedere il piano rifiuti regionale. "Nessuna cittadella sul territorio" tuona dal Comune l'assessore nonché esponente dell'Udc, Gino Vinaccia, mentre dalla Provincia l'assessore Paola Rita Stella si oppone ad una discarica che "distruggerà tutto il territorio". Superando i confini di Civitavecchia, i Verdi annunciano un esposto all'Unione Europea, il consigliere regionale di Sinistra Ecologia e Libertà, Guglielmo Abbondati, accusa il sindaco Gianni Alemanno e il ministro Ignazio La Russa di aver di fatto commissariato il Lazio. Tornando a Civitavecchia, fa sentire la sua voce anche il mondo dell'associazionismo, con Diario di Bordo che definisce la mega-discarica "una pietra tombale sulle politiche turistiche". Ma gli interventi non finiscono qui. Dalla politica, Carlo Lucherini (Pd) chiede chiarezza, mentre Francesco Pasquali (Fli) esige spiegazioni dal Comune di Roma. Di "decisione scellerata" parlano invece Ivano Peduzzi e Antonio De Paoli, capogruppo della Federazione della Sinistra alla Regione Lazio e segretario della Federazione della Sinistra di Civitavecchia. Secco "no" alla discarica anche dalla Rete dei Cittadini. Tornando al comprensorio, parere contrario al progetto anche dal sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola. "La nostra città, già agonizzante, rischia il colpo mortale". Questo, invece, il parere del gruppo consiliare del Partito Democratico.

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web