Per visualizzare questo elemento è necessario Flash Player.
Unicef
Guardia Costiera

Marina, Guerrini: "L'opera deve essere completata"

Ancora commenti dopo il clamoroso stop ai lavori di restyling della Marina decretato dalla Soprintendenza. Il consigliere comunale del PD, Mauro Guerrini, ricorda che l'opera non appartiene alla maggioranza di Palazzo del Pincio, ma alla città intera e prende praticamente le distanze rispetto ad altri interventi del suo stesso partito, criticando le "sterili le polemiche volte più a bloccare quando addirittura non a distruggere, anziché a risolvere i problemi e ad accelerare i tempi di esecuzione. "A noi - sottolinea - sta molto a cuore anche il problema occupazionale e vediamo la Marina anche da questa particolare angolazione: accelerare significa anche dare una risposta in quella prospettiva".   "Vogliamo premettere innanzitutto che consideriamo la Marina non già come un'opera di questa Amministrazione ma come un patrimonio condiviso (come lo sono tutte le opere che hanno l'obiettivo di cambiare in meglio l'aspetto della città). Un patrimonio comune, non fosse altro perché su questo progetto hanno operato (come è stato fatto notare da più parti) molte delle Amministrazioni che hanno preceduto l'attuale. Ma crediamo che sia arrivato il momento di cambiare il metodo delle contrapposizioni su tutto e per tutto. Proprio perché siamo in presenza di un progetto che costituisce un patrimonio comune (come anche la copertura della trincea ferroviaria) ci saremmo aspettati da parte dell'Amministrazione Comunale un coinvolgimento costruttivo (e preventivo) volto a migliorarlo e da parte delle opposizioni che sono intervenute sull'argomento, un contributo mirato alla soluzione dei problemi, atteso che è interesse di tutta la città che l'opera sia ultimata e funzionale nel più breve tempo possibile. Ed è proprio sul termine "funzionale" che vorremmo spendere alcune parole. Per noi la Marina non è altro che un contenitore situato nel luogo più bello della città. E' il "salotto buono" di Civitavecchia. Ma il contenitore, come dice la parola stessa,va riempito di contenuti. Ed è proprio in questa direzione che ,da oggi tutta la città deve impegnarsi in uno sforzo creativo che doti il " salotto buono" di una serie di attrezzature che lo rendano confortevole per i suoi cittadini e per i suoi ospiti. E' evidente che un'area di tali dimensioni (oltre 20.000 mq) diventa vivibile solo se dotata di servizi (bar,ristoranti, chioschi, librerie, piccoli esercizi vari) e di attrezzature.

Il tutto inserito in un quadro architettonico di pregio e, ovviamente, nel rispetto delle normative, non già intese come gabbie di ferro da prendere a pretesto per " non fare", ma quali elementi migliorativi del progetto stesso. Per questo troviamo sterili le polemiche volte più a "bloccare" (quando addirittura non a "distruggere") anziché a risolvere i problemi e ad accelerare i tempi di esecuzione.  A noi sta molto a cuore anche il problema occupazionale e vediamo la Marina anche da questa particolare angolazione: accelerare significa anche dare una risposta in quella prospettiva.  A noi, in questo come in altri casi (vedasi ad esempio il Multisala) interessa tutto ciò che va nella direzione del miglioramento della città nel rispetto della Legge, al di là e al di fuori di schemi precostituiti, oramai superati e non produttivi. Su questo siamo pronti a dare il nostro contributo e stiamo lavorando al fine di predisporre una ipotesi progettuale su cui raccogliere condivisioni e contributi alternative al di là degli schemi, al di qua delle idee".

Mauro Guerrini

15/01/2011 Consigliere Comunale PD

Social

Facebook Twitter YouTube RSS Feed

Cerca nel sito

Videogiornale
Streaming TRC
banner
banner
Aeranti Corallo

Artimediali - Web Design & Graphics - Creazione siti Internet
Realizzazione siti web